White Metal. Italian Christian Metal Website - Forum

Teologia, morale, spiritualità, apologetica, chiesa - Dio e le sostanze stupefacenti

TheSearcherOfTheLight - Mar Lug 07, 2015 10:36 pm
Oggetto: Dio e le sostanze stupefacenti
Potrebbe essere un quesito stupido, non lo so, però mi è venuto da pensare: ma Dio perché ha messo in natura delle piante che possono essere usate per alterare lo stato di coscienza?
Cioè, a che scopo creare gli oppiacei, i funghi allucinogeni contenenti psilocina, l'Ayahuasca, la cannabis stessa etc...?
La loro esistenza è fondamentale per l'ecosistema terrestre?
La loro esistenza è uno dei vari modi in cui Dio ci permette di esercitare il libero arbitrio?
O può darsi semplicemente che si possa fare un utilizzo sano di queste piante (come l'utilizzo medico della cannabis)?

Spero di aver formulato bene il mio quesito e mi piacerebbe sapere come la pensate e se c'è una possibile soluzione teologica al problema.
LiukBi - Mer Lug 08, 2015 1:24 pm
Oggetto:
Vedrai che se esistono anch'esse un ruolo nel creato ce l'hanno.
Esistono anche le zanzare se è per quello... e non so bene a che pro... forse sono anch'esse un anello fondamentale della catena alimentare che garantisce la sopravvivenza di esseri più complessi e più utili... che poi metterla in termini di utilità vorrebbe dire tagliar fuori anche l'uomo... a parte questo, penso che il creato sia per l'uomo, centro del progetto di Dio, ma ciò non significa che l'uomo non debba rispettare il creato.
Comunque, tornando nel topic, la questione delle droghe vista dal punto di vista cristiano secondo me sta nei termini con cui Devid aveva inquadrato la questione del gioco d'azzardo: il punto è quando l'uomo si rende schiavo di qualcosa, indipendentemente dalle possibili ragioni dell'esistenza di questo qualcosa perché se anche non ci fossero ragioni non saremmo autorizzati a renderci schiavi.
Ad ogni modo, ti sei già dato almeno tre risposte tutte altamente plausibili.
demonicida - Mer Lug 08, 2015 1:33 pm
Oggetto:
Per lo stesso motivo potresti chiederti a che scopo creare la pietra se può essere usata per colpire qualcuno, oppure a che scopo creare i funghi velenosi o i veleni in generale presenti in alcune erbe?

Il punto è che l'uso delle risorse nei nostri confronti lo decidiamo noi stessi, non Dio
LiukBi - Mer Lug 08, 2015 4:15 pm
Oggetto:
Searcher, se non sbaglio, si riferiva a qualcosa di cui è difficile intravvedere una qualche utilità o scopo nella creazione e quindi utile, direttamente o indirettamente, all'uomo (perché se non si è creazionisti è sufficiente che quel qualcosa sia utile a se stesso o semplicemente che si verifichino condizioni favorevoli alla propria esistenza).
Cioè, nel caso delle droghe, se fosse vero che queste non hanno altro motivo di esistere se non dilettarci, allora saremmo autorizzati dal Creatore stesso a farne uso (alla facciaccia di Giovanardi Risatina ) Mumble Mumble
Comunque è difficile trovare una cosa la cui esistenza sia totalmente priva di senso. La pietra potrebbe almeno servire come base d'appoggio per i nostri piedi e chiappe; funghi e piante velenose o stupefacenti possono avere anch'esse un posto nella catena alimentare, alla fine della quale ci siamo noi, ma specializzarsi nella produzione di sostanze che le difendano dai parassiti; e gli stessi principi che le aiutano a difendersi sono usati da noi in ambito sanitario; ecc. ecc. Ehhh...
TheSearcherOfTheLight - Mer Lug 08, 2015 6:58 pm
Oggetto:
Citazione:
Cioè, nel caso delle droghe, se fosse vero che queste non hanno altro motivo di esistere se non dilettarci, allora saremmo autorizzati dal Creatore stesso a farne uso


E' qui il punto. Se l'Ayahuasca non avesse nessun altra funzione oltre a quella di creare allucinazioni in chi lo assume (credo che trattandosi di una pianta, però, a qualche essere vivente dovrà pure essere utile), vorrebbe dire che Dio stesso ci incoraggia ad usarlo? (Anche se nemmeno in questo caso ci vedrei un'utilità, dato che è risaputo che le sostanze psichedeliche modificano gli equilibri chimici del cervello e, se uno già non è sanissimo, gli danno una bella spintarella verso il mondo dei disturbi psichici)

Però, se queste piante hanno un'altra funzione e sono utili a qualcos'altro (come dicevo nella domanda, per esercitare il libero arbitrio o anche a scopo scientifico/medico) allora la cosa assume un senso.

Fatto sta, e non credo sia un'impressione momentanea, che mi sto accorgendo che la domanda un poco poco idiota lo era... Risatina
LiukBi - Mer Lug 08, 2015 10:39 pm
Oggetto:
Mmmmh, non posso escluderlo ma non credo ci sia necessità di creare qualcosa apposta per esercitare il libero arbitrio. E poi quel "se non avesse nessuna altra funzione" lo vedo abbastanza improbabile perché se esiste vuol dire che trova un posto nell'ecosistema, che serve all'uomo.
La domanda comunque è più sensata per un creazionista che deve riconoscere una "funzione per l'uomo" (per dare un senso all'esistenza di quell'organismo); ma lo è meno per un evoluzionista che può ritenere che una volta creato il motore del meccanismo un organismo che trova le condizioni favorevoli alla sua nascita e sviluppo/mantenimento a quel punto ha ragione di esistere "per sé" e non necessariamente "per l'uomo", se non nella misura in cui il meccanismo destinato ad accogliere la vita è creato affinché possa esistere l'uomo.
Dragon Lady - Gio Lug 09, 2015 7:11 pm
Oggetto:
Onestamente sulle droghe concordo con Giovanardi Eheh!

Ciò premesso, in fondo neanche gli animali velenosi sono direttamente utili all'uomo, ma ci sono... e credo che anche per un creazionista non sia impossibile ammettere che esistono perché hanno un loro posto nell'ambiente Sorriso
Alcuni veleni potranno anche essere utili per scopi medici, ma ho l'idea che per ora siano di più le persone morte per morsi di serpenti di quelle salvate con una sostanza ricavata dal loro veleno Triste
effettoplacebo - Ven Lug 10, 2015 9:15 am
Oggetto:
Si dice che gli abitanti delle Ande usassero (e usino) le foglie di coca per trovare la forza di affrontare lunghi percorsi a piedi che normalmente sarebbero impossibili da percorrere.
furo - Gio Lug 16, 2015 8:04 am
Oggetto:
"Ogni cosa è lecita, ma non ogni cosa è utile; ogni cosa è lecita, ma non ogni cosa edifica" dice Paolo in 1 Corinzi Sorriso quindi anche io sono d'accordo con il pensiero di demonicida, siamo noi a decidere come utilizzare queste risorse e ne rispondiamo noi delle conseguenze.
In ogni caso parliamo di piante, quindi con la fotosintesi fanno indirettamente bene a noi e al resto della natura Eheh!
LiukBi - Gio Lug 16, 2015 11:33 am
Oggetto:
furo ha scritto:
In ogni caso parliamo di piante, quindi con la fotosintesi fanno indirettamente bene a noi e al resto della natura Eheh!

Cavoli, è vero Ah!
furo - Gio Lug 16, 2015 11:37 am
Oggetto:
Beh dai, era una cosa buttata lì, per dire un'ovvietà stupida Risatina Risatona
Dovevi rispondere con questo meme!

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

demonicida - Gio Lug 16, 2015 2:03 pm
Oggetto:
Risposta occamiana di Furo Headbanger Headbanger Headbanger Headbanger
furo - Gio Lug 16, 2015 3:48 pm
Oggetto:
OT: grazie cavallo, ho scoperto una cosa nuova (
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
)
LiukBi - Gio Lug 16, 2015 5:57 pm
Oggetto:
Anch'io! Non sapevo cos'era un meme Linguaccia

Comunque
Citazione:
Beh dai, era una cosa buttata lì, per dire un'ovvietà stupida

io non c'avevo pensato, quindi sono sotto la soglia dell'ovvietà stupida Ehhh... Triste
TheSearcherOfTheLight - Gio Lug 16, 2015 7:06 pm
Oggetto:
Citazione:
io non c'avevo pensato, quindi sono sotto la soglia dell'ovvietà stupida


Siamo in due.

Interessante pure l'intervento di effettoplacebo, per la serie 'quando la fattanza fa bene' Eheh!

Seriamente parlando penso che questo sia un risvolto interessante, l'assunzione di coca tramite la masticazione, e non fumando il crack o sniffando, non credo abbia effetti psicoattivi e se riesce ad alleviare la fatica, ecco trovata la sua utilità. Sorriso
Cioè praticamente un energizzante.

Anche perchè queste piante le si associa sempre ai proprio estratti, aldilà del consumo 'naturale' che invece, come sembrerebbe, se ne può fare.
furo - Ven Lug 17, 2015 11:35 am
Oggetto:
Cosa dice il nostro pastorone preferito? Sorriso


TheSearcherOfTheLight - Ven Lug 17, 2015 1:36 pm
Oggetto:
Di non iniziare ad usare sostanze di vario genere per non incorrere in una dipendenza (specie se si ha di avere una predisposizione a diventarne dipendenti prima rispetto agli altri). Sorriso

Punto di vista che potrebbe sembrare un po' radicale, ma ha la sua logica in effetti.

Però mi pare di aver letto da qualche parte che le foglie di coca non generano dipendenza. E c'è chi sostiene che nemmeno la cannabis lo faccia, ma a questo ci credo poco e le mie frequentazioni me lo confermano Risatina
Dragon Lady - Ven Lug 17, 2015 6:08 pm
Oggetto:
Mah, non sono sicura al 100% che la coca masticata non dia dipendenza Non capisce
Se poi l'effetto è quello di taroccare la percezione del dolore tanto bene all'organismo non fa, perché se sento crampi o altro dopo aver corso 20km (ipotesi) e mi fermo non mi succede nulla, ma se non mi accorgo che sto male e ne corro altri 10 magari qualche danno me lo faccio Sorriso

Mi ricordo di aver letto che le canne di oggi hanno una concentrazione maggiore di principi attivi di quelle di una volta, e qualche problema al cervello anche quelle lo provocano...

Io direi che di fronte al rischio di far male a quei pochi neuroni che restano vale la pena evitare cose che mi paiono superflue... Sorriso
Ovviamente non voglio dire di non aiutare chi ha problemi di droga, che è una cosa sacrosanta Sorriso
TheSearcherOfTheLight - Ven Lug 17, 2015 8:49 pm
Oggetto:
Citazione:
Mi ricordo di aver letto che le canne di oggi hanno una concentrazione maggiore di principi attivi di quelle di una volta, e qualche problema al cervello anche quelle lo provocano...


Nah, se ti fai una chiacchierata con un qualche consumatore di vecchia data, si lamenterà di come un tempo le varie sostanze fossero più pulite, ovvero con più principio attivo. Oggigiorno mettere più principio attivo ad esempio nell'hashish, nella cocaina o nell'eroina sarebbe una perdita per gli spacciatori oltre che, ovviamente, per le organizzazioni criminali che ci sono dietro (discorso a parte per l'erba che essendo spesso prodotto da piccoli 'coltivatori' che hanno giusto qualche pianta e la vendono agli amici ed è al naturale credo contenga più principio attivo, cosa che forse la rende un po' meno dannosa perchè si evita di fumare/sniffare/iniettare porcherie varie [ho sentito di hashish tagliato con il letame, il vetro addirittura, gente finita all'ospedale, ] , anche se pure quella la tagliano, almeno i produttori un po' più esperti...
Credo che gli unici che al giorno d'oggi possano permettersi droghe con più del 40 % di principio attivo siano solo calciatori/personaggi famosi/musicisti/ politici e pochi altri... se un grammo di hashish di strada costa 10 euro, più o meno, un grammo di hashish 'buono' costa dieci volte tanto ( e pensa quanto può arriavre a costare la cocaina), e a un ragazzo della mia età, a meno che abbia alle spalle una famiglia straricca, dubito possa permettersi sostanze di tale qualità...
E secondo me dell'hashish con poco principio attivo e tante altre schifezze, fa ancora più danni dell'hashish 'buono' (e secondo me, ecco una delle chiavi dell'essere ancora in vita di tanti artisti che hanno dichiarato di aver fatto uso di droghe per anni, una canna buona può pure farti fare i peggiori bad trip o crearti qualche disturbo psichico, ma di sicuro non ti ritrovi con pezzi di vetro nei polmoni, e non credo sia poco)...

Citazione:
Io direi che di fronte al rischio di far male a quei pochi neuroni che restano vale la pena evitare cose che mi paiono superflue


Ma questo sicuramente. Conosco persone che dopo 7/8 anni di canne, all'università passano i peggiori guai, a causa dei danni provocati ai neuroni. Cose del tipo che devono provare a studiare nei giorni immediatamente precedenti agli esami, perchè tipo tutto quello che hanno studiato un mese prima lo dimenticano.

Di certo non credo sia questo lo scopo per cui Dio ha creato la Cannabis.
Sorriso
Dragon Lady - Sab Lug 18, 2015 10:49 am
Oggetto:
Hmmm, veramente "pulito" e "più principio attivo " non sono la stessa cosa, prendi due sacchi di farine diverse macinate allo stesso modo, se non le allunghi con qualcos'altro sempre farina è, ma magari una ha più glutine e l'altra meno perché è una specie di grano diversa.

Ora dovrei fare una ricerca più accurata, però intanto ho trovato questi due articoli sulla concentrazione di principio attivo nelle canne
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

mentre qui dicono che le piante sono state modificate genticamente
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

in questo modo puoi avere canne più sporche e con più principio attivo (il peggio del peggio)

Sulla seconda parte del tuo post sono perfettamente d'accordo Eheh! Eheh!
TheSearcherOfTheLight - Sab Lug 18, 2015 11:40 am
Oggetto:
Citazione:
Hmmm, veramente "pulito" e "più principio attivo " non sono la stessa cosa, prendi due sacchi di farine diverse macinate allo stesso modo, se non le allunghi con qualcos'altro sempre farina è, ma magari una ha più glutine e l'altra meno perché è una specie di grano diversa.


Giusta osservazione. Devo essermi confuso con affermazioni sull'eroina, allora... Anche se non sapevo che il principio attivo nell'hashish di oggi fosse così aumentato, sembra confermarlo pure wikipedia...
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Cioè, se si volesse fare un paragone 'alcolico' sembrerebbe quasi che una canna di una volta stia ad una birra (con una variazione di grado alcolico dal 4, al di sotto non so fino a che punto si può parlare di birra, al 9 % di una Tennent's Super) come una canna di oggi sta ad un alcolico con 18/20 gradi.
E c'è una bella differenza, bevendone la stessa quantità, tra una birra e, che ne so, quella vodka da fighetti mischiata alla frutta che, da fighetti o no, ha sempre i suoi 20 gradi (a differenza della vodka liscia che dovrebbe averne una quarantina se non erro, e qui ci sta il paragone con la skunk)...
Una canna pulita fatta con hashish con parecchio principio attivo non è più una canna tanto per rilassarsi, a questo punto...

Però il discorso della concentrazione del principio attivo non credo faccia cambiare il discorso per gli spacciatori... Che l'hashish che smerciano abbia più o meno principio attivo rispetto al passato poco gli cambia, nell'hashish di strada la maggior parte di quello che ti vendono è comunque sostanza da taglio, anzi il fatto che ci sia più principio attivo gli permette ancora di più di poter mettere meno sostanza nell'hashish, dato che già una piccola quantità, essendoci più principio attivo, fa comunque effetto...
Sorriso
LiukBi - Dom Lug 19, 2015 8:45 am
Oggetto:
TheSearcherOfTheLight ha scritto:
Conosco persone che dopo 7/8 anni di canne, all'università passano i peggiori guai, a causa dei danni provocati ai neuroni. Cose del tipo che devono provare a studiare nei giorni immediatamente precedenti agli esami, perchè tipo tutto quello che hanno studiato un mese prima lo dimenticano

Questo succedeva anche a me... e non ho mai fumato neanche una sigaretta Ehhh...
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Powered by phpBB2 Plus based on phpBB